Non si chiude nel migliore dei modi il 2021 per il Falco che nell’ultima partita dell’anno viene fermato al Blasone dal Trestina, corsaro per 3-1. Non basta un eurogol di Santiago Ciganda agli uomini di Marmorini per avere ragione di un Trestina tanto propositivo quanto fortunato in alcuni frangenti.

Pronti via e gli ospiti si trovano in vantaggio: corner dalla sinistra di Khribech e sul pallone si avventa Della Spoletina che insacca alle spalle di Gil De Oliveira per l’immediato vantaggio ospite. La reazione del Foligno è però veemente e si concretizza appena quattro minuti dopo grazie ad una prodezza balistica di Santiago Ciganda, alla seconda rete consecutiva in campionato, che dai 25 metri lascia partire un tracciante che non dà scampo a Montanari.

Due reti dopo appena sei minuti lasciano presagire una partita spettacolare: ed in effetti le due squadre si affrontano a viso aperto per tutta la prima frazione di gioco con occasioni da una parte e dall’altra. La più importante di queste capita, in chiusura di primo tempo, sulla testa di Dante Rossi che indirizza verso la porta difesa da Montanari un traversone di Chiavazzo: il numero uno ospite però si supera e tiene a galla i suoi che potrebbero capitolare nuovamente due minuti più tardi quando un colpo di testa di Ciganda termina alto di pochi centimetri. Si chiude quindi così la prima frazione di gioco con il Signor Tesi di Lucca che manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-1.

L’avvio di ripresa è letale però per il Foligno: prima il Trestina trova il nuovo vantaggio grazie ad una conclusione di Morlandi da distanza ravvicinata al 3’ di gioco mentre, 4 minuti più tardi, il Falco resta in 10 per l’espulsione di Tetteh. Decisione, questa del direttore di gara, quantomeno discutibile. L’inferiorità numerica è un duro colpo psicologico per il Foligno che comunque prova a raddrizzare la partita nonostante le evidenti difficoltà. Ed il pareggio del Foligno in effetti potrebbe anche arrivare se soltanto Fumanti non salvasse in acrobazia su colpo di testa del solito Ciganda. Come prevedibile il Foligno nel finale paga gli sforzi dovuto all’inferiorità numerica: è Di Cato a siglare la rete che fissa il risultato sul 3-1 finale.

Adesso il Foligno ha tempo per rifiatare e mettere ordine: il prossimo impegno del Falco è infatti in programma il prossimo 9 gennaio sul campo dell’UniPomezia.

Tutti i diritti riservati